Microdisney (Walt non c’entra)

Erano uno dei miei gruppi preferiti nei favolosi anni 80. Il loro capolavoro The Clock Comes Down The Stairs l’ho avuto in tutti i formati, allora mc, poi lp, mp3 e ora nelle versione cd, arricchita da John Peel sessions degne di cotanto padrone di casa. Facevano un elegante pop un po’ soul un po’po’ jazz, cantato con energia punk. Niente a che vedere con la musica lounge, soprattutto, a quanto pare – mai provato a tradurli – per i testi. Non facevano parte di nessuna voga di allora, non sono entrati in nessun revival successivo. La copertina del suddetto capolavoro è la foto di scambi ferroviari, forse quelli che dall’Irlanda li hanno portati a Londra. Nel video di Town to Town suonano su un autobus e a un certo punto affiancano un gruppo di ciclisti. Sean O’Hagan e Cathal Coughlan, chitarrista e cantante dei Microdisney : come se Sean Kelly e Stephen Roche, invece che un  mondiale i tre grandi giri e un set di classiche monumento, avessero raccolto i risultati di Daniel Martin e Nicolas Roche. E continuano ad essere uno dei miei gruppi preferiti dei favolosi anni ottanta, decennio fecondo per la musica e il ciclismo irlandesi.

microdisney+ciclisti