Genova per noi

Ben venga l’attesa esplosione di Sonny Colbrelli, ma questo Giro dell’Appennino per uomini veloci mi lascia un po’ perplesso. Insomma preferivo quello che arrivava a Pontedecimo, più selettivo, quello delle 6 vittorie consecutive di GiBì e delle 3 di Bugno. Però, è anche vero che lo scenario del centro di Genova è uno dei più belli tra quelli proposti dal calendario ciclistico, e non avrebbe niente da invidiare al Boulevard de la Sauvenière, se ancora vi arrivasse la Liegi. Ragazzi, Genova è davvero una bella città se Renzo Piano non è riuscito a rovinarla.

GenovaXXsettembre