Fratelli, dove siete?

Una delle gare spagnole che resiste alla crisi è il G.P. Miguel Indurain. Pensavo che sarebbe bello organizzare anche una corsa dedicata a Prudencio Indurain, il ciclista che veniva quasi deriso, dicendo di lui che correva solo perché fratello di Miguelon, e che pure nel finale di carriera vinse tre tappe della Volta Ao Alentejo. Una corsa riservata ai fratelli di ciclisti più forti e titolati, e che in genere si smarriscono in fondo agli ordini di arrivo o corrono le gare minori. Potrebbero così almeno una volta correre da protagonisti Juraj Sagan e Martin Velits, Jérôme Gilbert e Dennis Vanendert, Valentin Iglinsky e, per le pari opportunità, anche Daniele Ratto e Paolo Longo Borghini. E, in questa irrealizzabile, ipotetica gara, farei correre anche il fratello di Frank Schleck, che potrebbe far bene e, chissà, anche arrivare secondo come ai vecchi tempi.

1307824497Prudencio