Lì sotto

Quando la gente sta lì sotto, e gli viene l’orgoglio di essere italiani, e pensa ma tu guarda cosa siamo capaci di fare noi italiani, tipo pure all’ultima tappa del Giro a Trieste, e vede quelle ardite acrobazie aeree, sopra le teste che stanno a guardare ammirate e orgogliose, e anche sopra le teste che non gli hanno chiesto niente a quelli che fanno le cosiddette evoluzioni, allora viene da chiedersi se è possibile che nessuno si ricordi di giusto 26 anni fa, che se uno di quegli aerei cade non serve a niente aprire l’ombrello.

ramstein