LA ZERIBA SUONATA – Pop from outer space

The Monochrome Set è uno di quei gruppi inglesi che, quando non era ancora terminata la rivoluzione punk, iniziavano a orientarsi verso il pop, anche con ironia. Martians Go Home, già titolo di un romanzo di fantascienza, sembra parlare più di segni zodiacali, ma poi valli a capire.

Gli Stereo Total sono un duo franco-tedesco, niente a che vedere con Hollande e Merkel, anzi, fanno elettronica un po’ retrò, e sono la cantante Françoise Cactus e il musicista Brezel Göring, che fanno coppia pure nella vita e, quindi, figuriamoci se in un pezzo intitolato Cosmonaute non finivano a parlare del loro letto spaziale.

Nicholas Currie, musicista “postmoderno”, così dicono, e ironico, che ha scelto come pseudonimo Momus, il nome del Dio greco della satira, è noto in Italia soprattutto per aver composto Giapponese a Roma per la diva afona giapponese Kahimi Karie. In Space Jews ipotizza che gli scienziati e intellettuali ebrei come Einstein Oppenheimer e Freud siano messaggeri d’amore venuti dallo spazio.