pensieri in albis

Una delle conseguenze negative sia della crisi che della paura del terrorismo è il fatto che c’è meno gente che in queste feste se ne va fuori. Intendo fuori dalle scatole.

Hanno messo l’ora legale così ci sono più ore di luce e si risparmia energia. Oggi piove, è coperto, e per leggere o fare altre cose bisogna accendere la luce.

Com’è facile scrivere usando le tante frasi fatte, le espressioni abusate che ci sono a disposizione, senza starci tanto a pensare. Una rivista di cinema per giovani, o per nerd, con poco cinema iraniano o greco, e molti film di genere e serie tv, presenta il prossimo Batman vs Superman scrivendo che ormai Bruce Wayne ha attaccato al chiodo il costume da pipistrello. Ma vi pare che uno così ricco, nella sua casa così ricca, tiene un chiodo per appendere le cose?

brucewayne

Si parla tanto di scienza, ma non sarebbe male se si studiasse un po’ di più la legge dell’impenetrabilità dei corpi. Quando in corsa una moto evita per poco un incidente, o cade senza investire nessuno, c’è sempre qualcuno pronto a dire che sono motociclisti esperti, soprattutto se lavorano per la stessa azienda di quello che lo dice. Ma allora il punto forse è un altro: dove passano 10 esperti non è detto che ne possano passare 20 o 30. E c’è da chiedersi anche se ce n’è bisogno, se c’è bisogno di tutte queste foto, o del commentatore a cavallo che da vicino ci dica, tra interferenze e problemi di collegamento, che impressione gli ha fatto questo o quel corridore.