LA ZERIBA SUONATA – convergenze parallele

Negli anni 80 Comic Art ci fece conoscere i fratelli Beto, Jaime e Mario Hernandez, statunitensi di origine ispanica, cioè quelli che stanno molto simpatici al presidente biondo. I fratelli facevano un giornalino intitolato Love & Rockets (nessun doppio senso: c’erano proprio dei razzi e dei meccanici appositi), con vari riferimenti anche alla musica, e infatti un gruppo inglese formato da ex dei Bauhaus prese il nome da quel comic book. Nel 1996 Beto Hernandez disegnò il libretto di Limbo, l’ultimo album della prima vita dei (o delle) Throwing Muses, gruppo americano che ebbe alcune cose in comune con i Pixies. Entrambi i gruppi si accasarono con l’etichetta inglese 4AD, fino ad allora più legata al dark, entrambi hanno avuto una storia tormentata, con abbandoni, scioglimenti e rinascite, entrambi erano molto meglio del trio di quel biondino che poi si sparò, ma prima di farlo si prese meriti non suoi. I critici non ritengono Limbo uno dei loro dischi migliori, ma allora sentitevi i Nirvana, però in silenzio, che vogliamo ascoltare la title track, si dice così la canzone intitolata come l’album.