Un soprannome per Tom

Tom Dumoulin era soprannominato La Farfalla di Maastricht. Già non si capiva a chi e come poteva essere venuta l’idea di paragonare un ciclista alto e potente (vedi volata sul pavé di Oropa) all’animale leggero per antonomasia, da cui infatti la famosa faccenda del battito d’ala di una farfalla a Maastricht che provoca uno tsunami nelle Antille Olandesi, o qualcosa del genere. Però, per motivi che non staremo a indagare, Tom non gradisce per niente il soprannome, tanto che a una miss che l’aveva salutato sul podio dicendo: Hi, Butterfly, lui aveva dato una gomitata d’avvertimento. Il nome che gli aveva dato la Zeriba l’anno scorso, Tom Bellicapelli, non può essere più utilizzato perché lo shampoo ad azione sponsorizzante ha preferito il duo comico Kristoff & Haller (Ddu minut, sto rinforzando i khaapèlli). Qualcuno propone di chiamarlo il medico o il chirurgo, sia perché da ragazzo voleva diventare medico sia per la freddezza e precisione delle sue mosse. Infine Saligari propone di chiamarlo la volpe per la sua furbizia, dicendo che in inglese si dice Fox, ma lui, avendo fatto il direttore sportivo in Belgio per tanti anni, dovrebbe sapere che in quella lingua lì, l’olandese, il neerlandese, volpe si dice Vos, e ci manca solo che Tom, dopo aver fatto sapere di non gradire il soprannome la farfalla, finisca per essere chiamato Marianno Vos. Allora la Zeriba illustrata scende in campo e propone una serie di soprannomi. Gli e-lettori potranno esprimere la loro preferenza scrivendo il nome che preferiscono sulle schede elettorali delle prossime elezioni amministrative, così da rompere un po’ i ruffoni a  partiti, partitini, movimenti anche animalisti e liste civiche e inciviche. Di seguito i soprannomi proposti per Tom Dumoulin:

  1. Il medico chirurgo
  2. Quello che da grande voleva fare il medico e poi invece ha preferito fare il ciclista anche se i genitori non volevano (sono sicuro che in cinese c’è un monosillabo per esprimere il concetto)
  3. Il paramedico
  4. L’operatore socio-sanitario
  5. Il veterinario di Maastricht che però se gli portate una farfalla da curare lui la spiaccica con una gomitata (vedi punto 2)
  6. Il parametro di Maastricht
  7. Il volpone
  8. Quello che per vincere il Giro bisogna essere golpe e lione
  9. Amstel Golden Boy
  10. Il gomito-killer
  11. Man About The House
  12. Tom Of Holland
  13. Il Grande Gigante Gentile

Infine c’è un ultimo problemino per il nostro Tom e cerchiamo di fare chiarezza per lo spettatore occasionale della domenica, anche se non è facile, perché lo spettatore suddetto è quello che ad esempio chiede perché Cavendish non lotta per la vittoria del Tour. Ci sono due Dumoulin: uno è appunto l’olandese Tom, è giovane ed è forte a cronometro e nelle corse a tappe, e l’altro è il francese Samuel, un anziano velocista; ma come si possono distinguere? In fondo non è difficile, guardate la foto, la differenza è evidente: Samuel è quello con la maglia brutta dell’AG2R.

Annunci

2 pensieri su “Un soprannome per Tom

I commenti sono chiusi.