LA ZERIBA SUONATA – come fu?

Quelli che ne sanno di più lo sapranno certamente, ma io che ne so di meno ancora mi chiedo come fu che il gruppo vizioso per eccellenza, che cantava di eroina e Venere in pelliccia, influenzò l’eterno ragazzo che invece cantava di gelatai, cioccolato al malto e involucri di chewing gum.

Ecco, ad esempio, qui fa i capricci perché non vuole il nuovo centro commerciale, ma rivuole il suo vecchio negozio all’angolo, che tante cose gli ricorda. Certo, se i bambini, ogni volta che fanno i capricci, invece di scenate isteriche che rivalutano le teorie pedagogiche di Erode, scrivessero canzoni perfette come questa, si starebbe molto meglio.