palate di fairplay

I rapporti tra l’Astana e i propri corridori, soprattutto quelli in partenza, e le relative scelte tecniche dei diesse sono spesso oggetto di chiacchiere ma poi non si verifica niente di particolare. Al contrario di quello che ha fatto la Sunweb, che ha mandato a casa dalla Vuelta il promettente Barguil, perché indisciplinato e casualmente accasato altrove. Ma per il resto, in questa seconda parte di stagione, è tutto un idillio tra squadre e ciclisti in partenza, con le prime che puntano su corridori che hanno già firmato per altri e ciclisti che vincono e mostrano il nome sulla divisa della squadra che stanno per lasciare. E’ successo soprattutto agli italiani Viviani e Trentin. Quest’ultimo l’anno prossimo correrà con l’Orica, che non è molto attrezzata per il pavé, e potremo finalmente vedere cosa sa fare, ma intanto oggi ha rivinto alla Vuelta, e buon per lui che in discesa aveva già staccato Geniez, che ha ripetuto il numero della discesa con un piede sul pedale e uno a bilanciare il peso nelle sue traiettorie cubiste.