A spasso con la Zeriba – Bonjour Tours

Come sono i luoghi ciclistici nei giorni normali, cioè quei luoghi dove passano o arrivano le corse ciclistiche in tutti gli altri giorni dell’anno? Forse certe salite senza pubblico si fatica a riconoscerle, anche se qualche cicloamatore che ci prova lo si trova sempre. Ma prendiamo qualche altro posto, un rettilineo d’arrivo, e prendiamo  uno dei più belli e lunghi, l’Avenue de Grammont dove arriva la Paris-Tours, anche se accorciato da qualche anno per colpa della tranvia che doveva passare di lì, che io questa cosa dei tram che hanno il percorso obbligato e non possono scartare o deviare non la capisco, mettete le navette e lasciateci il rettilineo di oltre 2 km che non finiva mai e poteva succedere di tutto, anche che il fuggitivo mantenesse i pochi secondi di vantaggio o che, ripreso, partisse di nuovo, cose da pazzi pure queste. E facciamo quindi un viaggio stanziale tramite stritviù, che quelli non penso vanno a fare le foto proprio il giorno della corsa. Beh, alla fine è un bel viale, e se non c’era il tram era anche meglio.

E infine mettiamoci pure una cartolina postale che ci sta sempre bene.

Au revoir Tours.

Un pensiero su “A spasso con la Zeriba – Bonjour Tours

I commenti sono chiusi.