Auspicabili fughe

In Italia si parla tanto di fughe di cervelli, ma sarebbe meglio se a espatriare fossero i cervellotici, quelli che perché fare una cosa facile quando la si può benissimo complicare, che stanno in ogni settore, e in  particolare abbondano in RAI, dove per esempio per seguire la Tirreno-Adriatico bisogna cambiare canale più volte ogni tappa e il giorno dopo non è detto che i canali tra cui zigzagare siano sempre gli stessi. Sull’arrivo della tappa odierna, poi, abbiamo potuto ammirare quella ripresa da lontanissimo già sperimentata con insuccesso al Giro Donne. E come ciliegina sul polpettone lo spoiler di AdS che ha anticipato il risultato della corsa francese, trasmessa in lieve differita a notte fonda (trionfo di giovani spagnoli col metodo Contador). Ormai dicono tutti, tutti gli italiani, che la T-A è la più importante corsa a tappe dopo i Grandi Giri, ci sono tutti i  ciclisti più importanti, e forse proprio per questo alla fine è sempre la concomitante Parigi-Nizza a risultare più spettacolare, anche senza Contador. Il menù è sempre quello con la fuga di giornata, che in Italia viene sempre ripresa e in Francia invece può arrivare. Oggi, nella tappa dedicata a Scarponi, sembrava la volta buona, quattro passistoni di cui uno moltissimo motivatissimo: Keisse, Koren, Morabito e Cataldo, amico compagno di squadra e quasi corregionale di Scarponi. Eppure li hanno presi e, come ieri verso le soleil, ha vinto uno dei gemelli uguali, Simon, anzi no, Adam Yates, Simon era quell’altro, sembrano pure forti uguale, e in testa alla classifica si ritrova Kwiatkowski. Quest’anno la corsa sembra ritornata al passato, quando era adatta più agli uomini da classiche, e personalmente la preferisco così, che salga per i caratteristici paesi del Centro Italia, piuttosto che vada a cercare il Terminillo per fare un Giro d’Italia in miniatura con la Sky in miniatura che controlla la corsa e la vince. Ok, voi direte che in testa c’è comunque uno della Cielo; sì, ma per lui lavora la squadra di Sagan, anche se non se ne accorgono.

I gemelli diversificati.

Annunci