Statistiche illustrate – la doppietta maledetta

Tra le storie nuove una ormai già vecchia è quella dei picchi di forma e dell’iperspecializzazione. Così ad esempio sembra un’eresia correre nello stesso anno il Giro delle Fiandre, più adatto a ciclisti potenti, e la Liegi-Bastogne-Liegi, in cui vanno meglio i ciclisti più leggeri, scattisti, scalatori, uomini da grandi giri perfino. Eppure ci sono quelli che corrono entrambe le corse e non solo tra i gregari. Però vincerle entrambe in carriera non è facile, e oggi in gruppo c’è solo Gilbert che c’è riuscito, ma a distanza di anni, né ora ce lo aspettiamo dal buon Terpstra, che la doppietta semmai potrebbe farla a Roubaix. Bartoli vinse il Fiandre nel 1996 e la Liegi nei due anni successivi, pure Argentin fece doppietta a rate (90 e 91), mentre Bugno a Liegi fu solo secondo l’anno dopo il clamoroso successo fiammingo. Ma ai tempi della Coppa del Mondo la challenge per le sole corse in linea era uno stimolo a far bene in quante più gare possibile. E comunque vincere entrambe le corse nello stesso anno è sempre stato difficile, difficilissimo, anche quando tutti correvano dappertutto, al punto la doppietta è riuscita a uno solo, ma per ben due volte, nel 1969 e nel 1975. E ovviamente quell’uno è stato il più “uno” di tutti: Eddy Merckx, il più sobrio tra le popstar del secolo scorso.

Annunci