Perline di Sport – La Freccia della Freccia del Brabante

Fino a qualche anno fa, una settimana dopo la Sanremo, c’era il weekend con il G.P. di Harelbeke al sabato e la Freccia del Brabante di domenica, in contemporanea con il Critérium international e la Coppi e Bartali; insomma ce n’era per tutti i gusti, anche perché le due gare belghe hanno caratteristiche differenti, muri e pavé la prima, meno vibrazioni la seconda. Con lo spostamento della Gent-Wevelgem in quella domenica e l’anticipo di Harelbeke al venerdì, la corsa brabantina è stata spostata al mercoledì tra Roubaix e Amstel, costituendo così il passaggio in tutti i sensi dal pavé alle côtes, dalle Fiandre alle Ardenne, dalle Alpi alle Piramidi, no, quest’ultima cosa non c’entra. Il primato di vittorie in questa corsa è di Edwig Van Hooydonck con 4 ma non consecutive, mentre, come Moser alla Roubaix nei confronti di De Vlaeminck, Oscarito Freire ottenne tre vittorie consecutive, dal 2005 al 2007, perché per lui 3 era il numero perfetto, era l’uomo delle triplette, ottenendone 3, manco a farlo apposta, questa e quelle ben più importanti ai Mondiali e alla Sanremo. Questo è il video dell’ultima, in cui batte un ciclista sconosciuto, che però Ads assicura trattarsi del suo idolo Nuyens, ancora lui, e in coda al gruppetto, in maglia di campione olandese, esulta il compagno alla Rabobank Michael Boogerd, eterno secondo e terzo. E se qualcuno pensa “ma che razza di video è questo” vuol dire che non è mai sceso in strada, perché dal vivo, soprattutto se all’arrivo, è già tanto discernere qualcuno o qualcosa.

Annunci