Non è ora

Ogni tanto la RAI ci ricorda il record dell’ora di Moser, come se tra le tante vere imprese del trentino una delle più importanti fosse quella serie di primati ottenuti con un team di tecnici e scienziati alcuni dei quali oggi innominabili. Questo vuol dire che i giornalisti sportivi della RAI danno molta importanza alla specialità del record dell’ora; a ciò aggiungiamo che Raisport si vanta sempre di dare ampio spazio al ciclismo femminile. Con queste premesse non si capisce poi come mai ieri sera Radiocorsa, la rubrica che parla di quello che è successo nel ciclismo nella settimana trascorsa, non abbia neanche accennato al record femminile ottenuto da Vittoria Bussi con oltre 48 km orari.