fumetti termali

Igort ha lasciato la Coconino che aveva fondato per creare Oblomov, che non è un bel nome da dare a una casa editrice, che poi uno pensa che non hanno voglia di lavorare e cosa può venirne mai fuori e invece no, perché Igort si è portato pure alcuni degli autori migliori, e dice che Oblomov è l’editore pigro che non inonda il mercato di pubblicazioni, solo 35 l’anno; ma allora se si chiamava Stakanov quanti ne pubblicava? Però non è che ora la Coconino non pubblica più niente di interessante. Il Direttore editoriale è pur sempre Ratigher che di fumetti ne capisce, e per esempio hanno appena pubblicato L’Attrazione, opera prima del parigino Lucas Harari, una storia ambientata nelle Terme di Vals, nei Grigioni, dove ci sono innanzitutto le Terme di Peter Zumthor, poi una leggenda su una montagna, uno studente che non studiava più ma poi ha ripreso a studiare ma non per prendersi una laurea, un professore losco e irascibile, un allevatore che non si capisce bene, un vecchio pazzo, una ragazza nuda, non sempre ma a volte sì, per un totale di una storia avvincente disegnata in uno stile che un po’ riprende la linea chiara, un po’ ricorda i valvoline e gli americani loro affini e coevi, e un pochino anche Miguelangel Martin, forse.

Presentazione dell’originale alla tv francese.