La Zeriba Suonata – elastici

Uno dei gruppi più inutili del brit-pop anni 90 sono stati gli (o le) Elastica, che non a caso hanno inciso solo un disco più un altro, che non è lo stesso che dire due. Nel 1995 esordirono con l’album Elastica che conteneva il loro maggior successo Waking Up, qui eseguito a Top Of The Pops con Damon Albarn, all’epoca fidanzato con la cantante chitarrista elastica Justin Frischmann, il quale suona il piano facendo lo scemo, cosa che a quei gruppi riusciva molto bene, e già si esercita a fare il prezzemolino per gli anni a venire. Il pezzo comincia uguale sputato a No More Heroes degli Stranglers, e l’etichetta di quest’ultimi farà causa a quei primi vedendosi riconosciuti crediti e percentuale di royalties.

Già da anni nell’hip hop si citava, campionava e plagiava alla grande, eppure capitavano di queste cose, o meglio di queste cause, come quella più clamorosa e onerosa che vide i Rolling Stones contro i Verve che per la famosa Bitter Sweet Symphony avevano preso, chiedendo prima il permesso, alcune note di una versione orchestrale di un pezzo del grupposauro. Solo pare che ne avevano preso un po’ troppo e poi  agli esosi mammuth del rock si aggiunse il direttore di quell’orchestra e alla fine si presero il 100% delle royalties, mentre gli strangolatori si accontentarono del 40%. Ma forse sarebbe il caso di dire l’etichetta degli Stranglers, perché il bassista J.J. Burnell disse che lui non ci aveva dato peso e che, a meno di non vivere nel vuoto, queste cose capitano, mentre il batterista Jet Black ringraziò le Elastica per aver riportato l’attenzione sul suo ex gruppo, e insomma rispetto alla più famosa band di arteriosclerock del mondo, alla quale purtroppo nessun vecchio bluesman nero mi risulta abbia mai chiesto niente, gli Stranglers si dimostrarono più elastici, e più punk.