La condizione femminile in Italia e nel Mondo

Pochi giorni fa in Spagna c’è stato l’esordio stagionale di Marta Bastianelli che per non perdere l’abitudine ha subito vinto. Marta è sposata con l’ex ciclista Roberto De Patre e continua a portare il suo cognome. Pochi giorni dopo è iniziata la prima edizione dell’UAE Tour femminile dove, al contrario di quello che potreste pensare, le donne corrono con le gambe scoperte e la prima tappa è stata vinta da Lucy Van Der Haar, che mi chiedevo chi fosse perché certe notizie di gossip me le dimentico. Si tratta della britannica Lucy Garner che era già fidanzata con il piccolo neerlandese Lars Van Der Haar e ora che si sono sposati ha mantenuto la nazionalità ma non il cognome. Cosa li abbia attratti non lo sappiamo, potremmo ipotizzare affinità diciamo elettive: lei è una promessa non mantenuta della strada, lui una promessa non mantenuta del ciclocross travolto dai due noti fenomeni. L’unica promessa che hanno mantenuto è quella di matrimonio.

Uno sfocato ricordo di quando i Van Der Haar primeggiavano.