Cartolina dall’Aldilà

Quando nel 2016 presentarono la passerella di Christo Yavachev sul Lago d’Iseo rimasi sorpreso perché credevo fosse già morto, poi mi accorsi che mi confondevo con la moglie Jeanne-Claude. Sarà l’età, sta di fatto che questa cartolina che raffigura l’impacchettamento del Pont-Neuf, risalente al 1985, l’ho comprata una trentina di anni fa e quindi non ricordo se allora conoscevo già l’artista e i suoi impacchettamenti. Christo ha fatto anche altre cose, e tra queste ha avuto anche contatti episodici con l’arte postale, con cui non c’entrano però le cartoline come quella che posto qui sotto perché la loro vendita era uno dei metodi con cui egli finanziava le sue costose operazioni mentre l’arte postale, tranne casi aberranti, si basa sulla gratuità e lo scambio. Ora non so se Christo sarà sepolto da qualche parte, ma una tomba o una cappella mi viene da pensare che potrebbero essere a loro volta impacchettate da qualche suo ammiratore o emulo o anche da qualche istituzione che volesse rendergli degno omaggio.