Appunti per una storia di zombies

Una cosa che proprio non mi piace è lo spreco di cibo, fosse anche la pizzetta o il gelato caduti per terra, ho ascoltato troppe storie di fame della guerra ma anche del dopoguerra e di fame tanta se ne vede anche oggi sia per strada che nei media. Di più, mi lascia perplesso anche l’utilizzo di prodotti alimentari per altri scopi come le cure di bellezza, forse sarà mia ignoranza sulle materie prime usate, però vedendo ad esempio una bacinella di cioccolato da spalmare su qualche corpo io penso che sarebbe meglio spalmarla su una fetta di pane per qualche bambino di quegli stessi paesi che il cacao lo esportano, ma a questo punto voi mi direte che questo è un falso problema perché quel bambino neanche ce l’ha una fetta di pane a disposizione. Comunque sia, pensavo che allora sarebbe bella una storia di zombies, un film o un fumetto, in cui, in uno di quei paesi che esportano cacao, dei bambini zombie assaltano un centro benessere e mordono i clienti dando vita un miscuglio di sangue e cioccolato, una cosa schifosa tanto più per me che non sono amante dell’horror e però questo film lo vedrei, soprattutto se mi mandate un biglietto omaggio perché vi ho regalato questo piccolo spunto, insomma questo spuntino.

Con gli zombies vai tranquillo perché essendo sfatti non si può dire che sono disegnati male.