La Zeriba Suonata – La nuova cantante

Ieri ho scritto che per una disattenzione avevo pensato che qualcuno stesse copiando Arca, ma poi ho scoperto che al contrario una sua idea che vediamo nel video di Reverie, cioè quella di rappresentare la sua diversità in forma in centauro, era stata anticipata di poco da Sevdaliza nel video di Human, e devo dire che tutte e due mi fanno venire in mente Il nuovo avvocato, il racconto di Kafka in cui il cavallo Bucefalo, terminata l’epopea di Alessandro Magno, diventa appunto avvocato. Sevdaliza è il nome d’arte di Sevda Alizadeh, nata in Iran e da anni residente nei Paesi Bassi, giocatrice di basket nella nazionale neerlandese, modella, e poi cantante compositrice performer, e come per la collega venezuelana anche per lei ha molto importanza l’aspetto visivo, e tanto per capirci ammirate il potente video Shahmaran, diretto da Emanuel Adjei autore anche del cortometraggio Formula in cui Sevdaliza ha recitato e composto la colonna sonora. Di questa artista scrivo in questa rubrica e non in quella sugli anni 10 perché l’ho scoperta solo adesso e i siti italiani ne parlano come di un’artista di nicchia ma i suoi video hanno fantastilioni di visualizzazioni. La sua musica è un sinuoso trip-hop che richiama anche Bjork e il soul, finora ha inciso solo un album, Ison nel 2017, ma un secondo dovrebbe essere prossimo, e poi un bel po’ di singoli tutti pubblicati dalla sua etichetta Twisted Elegance, e potete divertirvi a cercarli, da quelli più diciamo naturali, come Clear Air, quando a volte, ma non è questo il caso, cantava in parsi, a quelli molto virtuali come That Other Girl in cui lo scenario quasi ricorda le orribili sculture di Jeff Koons, fino a quelli in cui potete ammirarla in tutta la sua sensualità come Amandine Insensible.

E dal vivo non è più l’algida e altera donna che appare nei video, anche se rende la vita dura al povero ballerino, ma solo nella finzione.

2 pensieri su “La Zeriba Suonata – La nuova cantante

I commenti sono chiusi.