La Zeriba Suonata – Giovani antenati di marmo

Non conosco molto né il dj produttore e fiancheggiatore dell’hip-hop americano Otis Jackson jr. in arte Madlib né il produttore e dj britannico Kieran Hebden in arte Four Tet, ho solo un paio di dischetti per ciascuno. I due sono di quei dj e produttori che spesso miscelano brani di altri musicisti e ora hanno realizzato un disco a 4 mani e chissà quanti piatti e manopole intitolato Sound Ancestors che è un vero piacere. I due hanno lavorato su un centinaio di frammenti sonori prendendo come riferimento il capolavoro del genere Entdtroducing … DJ Shadow. E succede che quando senti poche note familiari ti chiedi se stanno citando Roni Size/Reprazent o erano questi ultimi che già stavano campionando qualcun altro. Poi i dj, quelli buoni e non quelli che fanno i programmi radio con le scemate che vogliono essere simpatiche, si divertono oltre che a suonare anche a divulgare cose rare o quasi inaudite. Ma nonostante ciò un po’ sorprende sentire nel brano Dirtknock l’antico gruppo gallese Young Marble Giants, che, a pensarci bene, agli albori degli 80 con la loro musica scarna che si potrebbe definire musica pelle e ossa, erano la più autentica antitesi a tutto il chiasso degli anni 70, dalla pompa magna prog alla retorica hard dalle esagerazioni glam alla rabbia non sempre sincera punk.

Dirtknock

Un pensiero su “La Zeriba Suonata – Giovani antenati di marmo

I commenti sono chiusi.