La Zeriba Suonata – tutto di due

I dischi bisogna comprarli e ascoltarli. Tra i miei ascolti del 2021 ho buttato due nomi dopo un ascolto fugace o parziale, ma i dischi è meglio comprarli e sentirli soprattutto quando il succedersi dei brani è un flusso che incanta. E non è una questione di genere perché questi due nomi sono musicalmente ben distanti. Dei canadesi The Weather Station ho già scritto ici/here (i canadesi sono bi-etnici) e potrei aggiungere che in Ignorance a volte sembra di sentire i 10,000 Maniacs però come se Natalie Merchant fosse stata sostituita da Rosie Vela, per chi la ricorda.

The Weather Station – Parking Lot

Invece l’inglese Tirzah in Colourgrade, suo secondo album, al soul del primo aggiunge momenti trip-hop. Quello che per qualcuno è un suo difetto per altri è un pregio, ovvero che i brani sembrano a volte incompiuti, abbozzati, anche con qualcosa di lo-fi o shoegaze come le schitarrate in chiusura di Send Me.

Tirzah – Send Me

Un pensiero su “La Zeriba Suonata – tutto di due

I commenti sono chiusi.