Tragedia metropolitana in poche battute

Scena: un giornalista letterario (G) intervista uno scrittore che arrotonda con le traduzioni.

S: Ora sto traducendo un classico di Dostoevski in una lingua né standard né aulica ma attuale e attraente, che sia familiare al pubblico giovane cui mi rivolgo, a iniziare già dal titolo.

G: Come ha tradotto il titolo?

S: “Ricordi della metropolitana”.

-Game over-