LA ZERIBA SUONATA – una donna inaffidabile

Quando nel 2007 la graziosa Annie Clark, col nome d’arte St. Vincent, incise il suo primo disco intitolato Marry Me, in tanti avrebbero risposto all’appello, e forse, tra questi, molti che già negli anni 80 avrebbe voluto sposare Suzanne Vega. Ma la title track è rivolta a un certo John. In realtà quelli che seguono il gossip (e io che non lo seguo l’ho saputo dopo) conoscono i gusti della cantante, perché diciamo che per amanti sceglie donne famose, modelle e attrici, ma questi sono fatti suoi. Quello che interessa noi è il fatto che da tempo era annunciato un nuovo disco, è anche uscito  un singolo, ma dell’album nessuna notizia, e anzi si dice che ora Annie, che già ha esordito come regista in un film a episodi, sia impegnata col cinema e stia preparando una versione al femminile di Dorian Gray. Forse frequentare David Byrne non le ha fatto bene: prima ha iniziato a proporre bizzarre coreografie nelle sue esibizioni canore, e ora si da al cinema. Vabbe’, vorrà dire che ci vedremo ‘sto film. Nell’attesa, prima della proiezione e anche del documentario e dei trailer, ecco proprio Marry Me, quasi una canzone classica americana, qui in una versione live risalente ai primi anni della carriera solista, quando lei era meno diva e meno scatenata (qui, ad esempio, potete vedere una più recente sequenza di schitarrate e balletti) ma sempre simpatica.

2 pensieri su “LA ZERIBA SUONATA – una donna inaffidabile

I commenti sono chiusi.